Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L'iniziativa originale e pacifica per stemperare le tensioni

Flash mob degli studenti a Montecitorio

I manifestanti hanno regalato fiori gialli alla polizia

Flash mob degli studenti a Montecitorio
21/12/2010, 18:12

ROMA - La rete degli studenti e la federazione degli studenti, nella giornata odierna, ha organizzato un colorato flash mob in tema floreale in piazza Montecitorio. Motivazione dell'adunata, inutile precisarlo, il ddl Gelmini attualmente in discussione al Senato.
La vera novità, come ha raccontato anche il giovane Marcello De Otto a Rainews 24, sono stati i fiori gialli consegnati sia ai passanti che alle forze dell'ordine che presidiavano la piazza. I fiori, ha spiegato De Otto rappresentantano "il simbolo del fatto che nessuna guerra e' in corso e che gli studenti vogliono far valere il loro diritto a manifestare". Soprattutto, ha continuato il giovane, che non vi è nessuna intenzione di creare una  "contrapposizione stato manifestanti".
Sempre nella piazza, è stato poi distribuito un volantino eloquente e provocatorio:"Noi facinorosi, violenti, assassini da fermare, da spare  e arrestare vi regaliamo un fiore". Subito sotto si legge "no ddl, scuola e universita' pubbliche". A sventolarlo sono due giovanissimi, Lorenzo e Pier Giorgio, che frequentano il quarto anno di Liceo ma sembrano avere le idee molto più chiare di quelli che hanno qualche annetto in più e sono spesso vittime di evitabilissime strumentalizzazioni.

PRONTA LA DUE GIORNI DI PROTESTA
Il flash mob pacifista di Piazza Montecitorio, non è però che l'inizio. Su Ateneinrivolta.org, è difatti disponibile l'elenco completo la matta delle Università che parteciperanno con i propri studenti alla due giorni anti-riforma che prevede proprio a Roma un lunghissimo corteo nazionale. I giovani avvertono che, il flash mob delle 16, è servito per "ridicolizzare questo clima di terrore alimentato da chi vorrebbe fermare".

SESSANTA DENUNCE
E tra proteste, sit-in, assemblee e scioperi della fame, la Digos fa sapere di aver denunciato già 60 studenti per aver manifestato senza regolare preavviso lo scorso 14 dicembre. Inoltre, altri otto giovani sono stati individuati e denunciati a loro volta con l'accusa di aver lanciato oggetti contro le forze dell'ordine. E anche per domani, benchè annunciata ufficiosamente, le manifestazioni saranno oggetto di denuncia da parte della Questura. Il motivo è sempre lo stesso: mancato preavviso.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©