Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Capodanno: Già oltre 100 partecipanti all’iniziativa

Flash-mob per dire no alla chiusura anticipata delle funicolari


Flash-mob per dire no alla chiusura anticipata delle funicolari
08/11/2010, 17:11

Diciamo “ NO alla chiusura anticipata alle 22,00 delle funicolari Centrale e di Chiaia “, che collegano il Vomero, rispettivamente, con il centro cittadino e con il quartiere di Chiaia. Flash-mob, sabato 13 novembre, dalle ore 12,00 in piazza Fuga nei pressi della stazione superiore della funicolare Centrale. Iscrizioni all’evento al link: http://www.facebook.com/event.php?eid=163634960334296

Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, già presidente della Circoscrizione Vomero, esprime grande soddisfazione per le adesioni che stanno pervenendo numerose al link: http://www.facebook.com/event.php?eid=163634960334296 all’evento organizzato per sabato 13 novembre prossimo, a partire dalle ore 12,00 in piazza Fuga al Vomero, nei pressi della stazione superiore della funicolare Centrale, per dire no alla paventata chiusura anticipata alle 22,00, delle funicolari Centrale e di Chiaia, situazione che potrebbe essere determinata a breve dal taglio dei fondi per il trasporto pubblico, a ragione della crisi finanziaria che ha investito la Regione Campania. “ In poche ore abbiamo già superato le cento adesioni all’iniziativa ma le iscrizioni aumentano di minuto in minuto – afferma Capodanno -. Numerose le proposte anche da parte degli iscritti. Tra le altre quella di prolungare l’orario fino a mezzanotte anche della funicolare di Montesanto, l’unica dei tre impianti a fune presenti al Vomero, che attualmente termina il servizio alle 22,00. Grande attenzione anche per il trasporto su gomma, settore nel quale, per le stesse motivazioni, si paventa la soppressione delle linee meno utilizzate, la riduzione delle corse e l’anticipo delle corse notturne dalla mezzanotte anche in questo caso alle 22,00 “. “ La manifestazione, tesa a sensibilizzare l’opinione pubblica al problema, anche con l’ausilio dei mass-media, prevede anche un flash-mob, un evento-lampo realizzato dai presenti. Ad un segnale tutti i partecipanti si “congeleranno” rimanendo fermi con lo sguardo esterrefatto e preoccupato puntato verso l’orologio posto nella sala antistante a quella dei viaggiatori, in assetto di corsa o aggrappati alle porte della stazione della funicolare, come se non volessero farle chiudere, con una coreografia che simula ciò che potrebbe accadere laddove si anticipasse la chiusura dell’impianto ai viaggiatori appiedati dall’anticipato fermo. Dopo una manciata di minuti, ad un secondo segnale si riprenderà l’assetto abituale e la manifestazione si concluderà “.

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©