Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il bambino era in compagnia del padre

Foggia: grave bambino azzannato alla testa da cane randagio


Foggia: grave bambino azzannato alla testa da cane randagio
06/08/2010, 16:08

TORREBIANCA (FOGGIA) - Ennesimo caso di aggressione di cani randagi. Questa volta è successo a Torrebianca, vicino Foggia, dove un bambino di due anni è stato aggredito mentre era in compagnia del padre. Non è chiara ancora la dinamica; si sa solo che il bambino e il padre - che è l'unico testimone dei fatti - stavano camminando per strada, quando hanno incrociato tre cani randagi., D'improvviso uno dei tre si è lanciato e ha azzannato il bambino al collo. Immediatamente il padre ha allontanato i cani e ha chiamato il 118. L'ambulanza è arrivata e i medici hanno curato il bambino, che ora è ricoverato in gravi condizioni.
E ricomenceranno le lamentele di chi vuole i cani morti o sciocchezze del genere. In realtà, quasi sempre l'aggressione ai bambini o ai ragazzi è motivata da reazioni di paura dei minori stessi o, peggio ancora, comportamenti imprudenti, come stendere d'improvviso la mano e ritirala gridando; un comportanto che il cane percepisce come minaccioso e a cui reagisce nell'unico modo in cui può farlo.

Aggiornamento ore 17.00

Le prime dichiarazioni si sono rivelate sbagliate. In realtà ad aggredire il bambino è stato il cane di casa, un rottwailer. Il padre del bambino non ha chiuso il recinto nel quale il cane abitualmente stava e questo è uscito. Mentre il bambino stava giocando nel giardino insieme al padre, il cane ha aggredito il bambino.
Il padre è stato denunciato per omessa custodia e malgoverno di animali

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©