Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La donna è accusata di omicidio volontario

Foggia, uccide il marito dopo un litigio


Foggia, uccide il marito dopo un litigio
14/09/2011, 21:09

FOGGIA – Omicidio volontario e porto abusivo di arma da fuoco. Sono queste le accuse con le quali il pm della Procura di Foggia, ha emesso un decreto di fermo nei conforti di Maria Antonietta Nesta, 42 anni. LA donna è accusa della morte del marito, Michele Bonsanto, l’agricoltore di 44 anni ucciso in un agguato per strada a San Severo.

Sono state le prove testimoniali e le dichiarazioni della donna, a convincere il magistrato ad emettere il provvedimento restrittivo. La 42 enne avrebbe ucciso il marito dopo un ennesimo litigio, sparando contro di lui due colpi di pistola che lo hanno raggiunto alla testa e all'inguine. Altri colpi si sono conficcati nella vettura dell'uomo, una Fiat Panda, parcheggiata nei pressi della sua abitazione. I due, da circa sei mesi vivevano separati: si sarebbero incontrati in casa dell'uomo per alcuni chiarimenti forse proprio per discutere della fine del loro matrimonio. Poi, la discussione sarebbe degenerata in un violento litigio. L'uomo, minacciato con la pistola, ha tentato invano di fuggire. L'arma, una calibro 38, pare abbia il numero di matricola cancellato. La donna ha dichiarato di averla trovata in un cassetto dell'appartamento dove viveva Bonsanto.

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©