Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Fondi Sociali Europei per l'Abruzzo al vento, l'ira della Del Fallo


Fondi Sociali Europei per l'Abruzzo al vento, l'ira della Del Fallo
27/02/2010, 10:02


L'AQUILA - "Il problema è che se soldi così indispensabili all'Abruzzo non sono stati spesi ciò è sinonimo del fatto che con molta probabilità i beneficiari di questi interventi, che presumibilmente vengono scelti a tavolino, questa volta non sono stati individuati con prontezza da quelle cariche istituzionali e politiche che ormai usano questi strumenti subdoli e deficitari per professione". Questo il primo amaro commento della viceresponsabile per l'Abruzzo dell'Italia dei Diritti Barbara Del Fallo alla notizia che, dei 317 milioni di euro di Fondi Sociali Europei a disposizione della regione per il periodo 2007-2013, ne sono stati spesi solo una cifra pari al 5 per cento e ciò che è peggio è che il tempo per poterne usufruire sta per scadere. Prosegue indignata l'esponente del movimento presieduto da Antonello De Pierro: "Il fatto che il restante 95 per cento della somma non sia stato usato danneggia fortemente in modo irreversibile, data la situazione politico-sociale e lavorativa della regione, la condizione economica già in forte deficit in conseguenza agli scandali finanziari legati al settore sanitario, al disastro economico causato dal terremoto e in seguito soprattutto alla crisi occupazionale che di giorno in giorno mette in ginocchio la forza-lavoro regionale. I nostri politicanti - conclude stizzita la Del Fallo - farebbero bene a ricordarsi almeno ogni tanto non di rinsaldare le proprie tasche ma di utilizzare questi fondi che per loro sono superflui, vista la posizione economica raggiunta, per creare nuovi posti di lavoro che sono - e qualcuno glielo dovrebbe ricordare se loro sono così 'smemorati' - il motore economico essenziale per garantire la sopravvivenza e la crescita di ogni società civile".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©