Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Forestale, operazione antibracconaggio a Giugliano in Campania


Forestale, operazione antibracconaggio a Giugliano in Campania
13/04/2012, 16:04

Napoli 13-04-2012 – A seguito di segnalazione da parte di cittadini al numero di emergenza ambientale 1515 del Corpo Forestale dello Stato, personale della Stazione CFS di Pozzuoli, al comando del Sovr. Giovanni Fasano si è recato in Via Ripuaria, nel Comune di Giugliano in Campania (NA), dove ha provveduto ad ispezionare minuziosamente l’area indicata dai segnalanti, alla ricerca degli illeciti richiami di caccia. In un terreno confinante con il Parco “Napoli 3”, si riusciva quindi a ritrovare prima un impianto per la cattura di volatili, composto da una rete lunga circa 20 metri per un’altezza di circa metri 3, sorretta da pali in ferro, il tutto ovviamente di utilizzo illecito. Successivamente si riscontrava, alle spalle della rete, la presenza di due richiami vivi consistenti in due esemplari di quaglia, posti in apposite gabbie, e con attigui due stampi in plastica di esemplari di tordi.
Infine, nelle immediate vicinanze, vi erano due altoparlanti, la cui regia veniva azionata mediante dispositivo elettroacustico per richiami. Constatando che il filo collegato al predetto impianto giungeva al confine con il Parco “Napoli 3” e più precisamente vicino al casotto adibito a guardiania, nell’immediata disponibilità del responsabile del medesimo; il personale operante ha provveduto a deferire alla Procura della Repubblica di Napoli quest’ultimo, con ipotesi di reato circa la violazione di diversi articoli della Legge 157/92 e per condotta comunemente indicata come “uccellagione” , provvedendo inoltre al sequestro di tutto il materiale illecito ritrovato.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©