Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Formigoni indagato nel caso San Raffaele

Lui si dichiara estraneo ai fatti

Formigoni indagato nel caso San Raffaele
26/01/2013, 11:17

MILANO – “Se questa notizia è vera, è stato commesso un reato, perché la  notizia l’ho appresa dalla stampa”. Sono queste le parole del Presidente della Regione Lombardia, indagato insieme a Pierangelo Daccò sull’inchiesta del San Raffaele per corruzione. “Confermo quello che è stato detto. Non un solo centesimo è stato dissipato, nessuno ha potuto dimostrare il contrario di quello che dico, perché è vero. Il processo per il San Raffaele è già stato celebrato e io non sono stato coinvolto”.

Il Corriere della Sera ha infatti pubblicato un articolo in cui si legge che Formigoni sarebbe indagato con l’ipotesi di corruzione in relazione ai finanziamenti elargiti a favore del San Raffaele durante la vecchia  gestione di don Verzè. Sarebbero ben 7 milioni di euro la cifra considerata nell’inchiesta.

Formigoni ha sempre dichiarato: “La vicenda riguardava alcuni privati e la Regione era  del tutto estranea. La magistratura ha indagato per 16 mesi e nessuno addebito è stato sollevato nei confronti della regione né del Presidente né di assessori, dirigenti o funzionali”.

Commenta Stampa
di Claudia Annunziata
Riproduzione riservata ©