Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Nove milioni da Daccò

Formigoni querela Il Fatto e La Repubblica


Formigoni querela Il Fatto e La Repubblica
19/07/2012, 21:45

Il presidente della regione Lombardia, Roberto Formigoni, ha querelato e chiesto il risarcimento dei danni - per mezzo dei suoi legali - i quotidiani La Repubblica e Il Fatto Quotidiano, dopo gli articoli pubblicati dai due quotidiani. Nei pezzi incriminati si fa riferimento a 9 presunti milioni di euro versati da Pierangelo Daccò, il faccendiere in carcere per le inchieste sulla Fondazione Maugeri e il San Raffaele, a Formigoni e al suo entourage in cambio di alcuni favori.
“Quanto annunciato da il Fatto Quotidiano e da la Repubblica oggi è completamente falso e destituito da ogni fondamento. Basta leggere i due pezzi con un minimo di attenzione. Oggi stesso i miei legali presenteranno querela e richiesta danni a carico dei due quotidiani” – ha fatto sapere il presidente della Lombardia.
In un articolo de Il Fatto quotidiano si legge di 20 milioni che sono stati movimentati da Daccò e da Antonio Simone, anche lui in carcere. Di 11 di questi 20 milioni non è stato possibile rintracciare la provenienza,  mentre 4 milioni rappresenterebbero lo sconto di cui hanno goduto Formigoni e Perego, a cui Daccò ha venduto una villa in Sardegna.
Più di 3, 7 milioni sarebbero invece stati destinati  per acquistare imbarcazioni di lusso e per mantenerle dal 2007 al 2011. Altri 800mila euro per vacanze e biglietti aerei, mezzo milione per eventi e incontri in famosi ristoranti  ”con Formigoni e altri politici, dirigenti e funzionari della sanità lombarda, dirigenti di strutture sanitarie pubbliche e private”.
Nell’elenco figurano poi anche 600 mila euro transitati dal conto Ramsete della Maugeri al contro Sikri di Daccò. I soldi in questione sarebbero stati ricevuti per la campagna elettorale del Pdl per le elezioni regionali del 2010 ma che Daccò riferisce di aver tenuto per sé.

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©