Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Fornero: “Mi contestano perché sono una donna”


Fornero: “Mi contestano perché sono una donna”
02/08/2012, 10:45

CORTONA – “Mi chiedo se tutte queste critiche non derivino anche dal fatto di essere un ministro donna. C'è una struttura di potere ancora concentrata sull'uomo, sul maschio adulto”. Sono queste le parole di Elsa Fornero che commentano le grida “Vergogna, vergogna” che le sono state rivolte ieri all’uscita dal Mix Festival a Cortona.

La partecipazione della Ministro al Festival era già stata ampiamente discussa e ieri è stata accolta da un gruppo di lavoratori in piena protesta. Tra i cori “La crisi è finita, inizia la miseria” e “Esodiamo la Fornero” la Ministo li sente e decide di fermarsi per ascoltarli. Il dialogo dura circa 20 minuti tra le urla dei manifestanti e chi invece cerca solo di spiegare le sue ragioni. Tra questi c’era chi l’ha invitata a cena a casa sua con i suoi figli convinto di riuscire così a far capire un po’ delle loro ragioni e chi invece la accusava di essersi preoccupata solo di difendere le banche e la finanza a cui la Fornero ha risposto “Se lei cerca una valvola di sfogo io sono qui. Posso anche aver sbagliato molte cose, ma la riforma del lavoro ha buone cose.”

Commenta Stampa
di Claudia Annunziata
Riproduzione riservata ©