Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

Forni abusivi:sequestrati 33 quintali,oltre 40 denunce -video


.

Forni abusivi:sequestrati 33 quintali,oltre 40 denunce -video
18/11/2013, 15:18

Oltre 33 quintali di pane sequestrato e più di 40 persone denunciate in stato di libertà per inosservanza alla disciplina riguardante l'igiene per la produzione e la vendita di sostanze alimentari. Questo un primo bilancio dell'operazione condotta dai carabinieri a Napoli e provincia contro i forni abusivi e la vendita illegale di pane. Sono state fatte anche numerose sanzioni amministrative. A Napoli, nella zona del 'Cavone', in un panificio sono stati sequestrati 20 chilogrammi di impasto per pane in cattivo stato di conservazione (scongelato e ricongelato più volte). Analoga operazione era stata già effettuata dai militari il 20 ottobre scorso. In quella circostanza i carabinieri sequestrarono 17 forni poiché abusivi o in pessime condizioni igienico-sanitarie, 3.200 chilogrammi di pane, e denunciarono in stato di libertà cinquanta persone. “Il pane cotto illegalmente è un attività criminale che mette a rischio l'eccellenza di un prodotto tipico della nostra regione'' dice Michele Buonomo, presidente di Legambiente Campania commentando i sequestri di panifici abusivi nel Napoletano, che fa un appello ai consumatori perché acquistino solo pane 'legale'. ''I criminali del pane - aggiunge - non rispettano le regole, a loro non interessa cosa si mangia ma quanto si mangia e non importa se in questo modo si rovina il mercato di un vero prodotto d'eccellenza''. ''Facciamo appello ai consumatori della domenica a non comprare dai venditori improvvisati, quelli presenti in strada: non alimentiamo una domanda che genera offerta illegale - conclude Buonomo - Solo se la moneta buona scaccia quella cattiva i panificatori onesti, che sono la maggior parte, possono continuano a produrre e sfornare la loro qualità''.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©