Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

FORNIVANO CERTIFICATI AI CLANDESTINI, IN TRE IN MANETTE A NAPOLI


FORNIVANO CERTIFICATI AI CLANDESTINI, IN TRE IN MANETTE A NAPOLI
23/01/2009, 21:01

Sono accusati di aver fornito falsi certificati di residenza agli stranieri. Tre uomini sono stati arrestati dagli agenti della polizia municipale a Napoli. Si tratta di Carmine Mari, 65 anni, già noto alle forze dell'ordine, trovato in possesso di falsa tessera della Città del Vaticano con foto in abito talare, di un impiegato del Comune di Napoli di 58 anni (del quale non è nota l'identità) e di un cittadino romeno di 30 anni. Un'altra impiegata del Comune, invece, è stata denunciata in stato di libertà. Secondo quanto accertato dai vigili, coordinati dal generale Sementa, Mari in piazza Garibaldi veniva avvicinato dagli stranieri. Contattava poi l'impiegato in servizio all'ufficio di piazza Dante che forniva i certificati di residenza. Il romeno in alcuni casi avrebbe fatto da procacciatore. Le false attestazioni però venivano concesse in cambio del pagamento di cifre che variavano dagli 850 ai 1000 euro. Gli agenti della polizia municipale hanno dapprima bloccato Mari in piazza Garibaldi e poi si sono recati negli uffici comunali, trovando nelle tasche dell'impiegato banconote, precedentemente fotocopiate, per il valore di 250 euro. 
 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©