Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Forte terremoto nel Sannio, avvertito anche a Salerno


Forte terremoto nel Sannio, avvertito anche a Salerno
27/09/2012, 12:38

Una serie di scosse ha fatto tremare il Sannio tra le 2:46 e le 6:02 del mattino. La piu' forte, di magnitudo 4.1, e' stata registrata dall'Istituto nazionale di Geofisica e vulcanologia (Ingv) alle 3:08. I Comuni del piu' vicini all'epicentro del sisma, che ha avuto profondita' tra i 9 e i 16.5 chilometri, sono stati Benevento, Apice, Calvi, Paduli, Pietralcina, San Giorgio del Sannio, San Martino Sannita, San Nazzaro, San Nicola Manfredi e Sant'Arcangelo Trimonte. Al momento non sono stati segnalati danni a cose o persone, ma la popolazione ha avvertito le scosse e molte persone si sono riversate in strada e hanno passato la notte fuori.

Tanta la paura anche perché indelebile è il ricordo del devastante terremoto che colpì l'Irpina il 23 novembre 1980.

Secondo le prime analisi degli esperti dell’Ingv il meccanismo che ha generato il terremoto è di tipo estensionale, lo stesso all’origine del terremoto dell’Aquila del 2009. La crosta terrestre si e’ deformata ai lati dell’Appennino, con un movimento perpendicolare rispetto alla catena montuosa, ‘’come un dolce che si gonfia al centro e si collassa ai lati’’, spiega il sismologo Claudio Chiarabba all'Ansa. Tuttavia, ha aggiunto, la zona colpita dal sisma "è molto articolata e soltanto nelle prossime ore sarà possibile avere un quadro piu’ completo".

Lo sciame sismico è stato avvertito in tutta la Campania e anche in provincia di Salerno e nel capoluogo. Non si registrano danni, ma solo un po' di paura e preoccupazione.

Commenta Stampa
di Rocco Papa
Riproduzione riservata ©