Cronaca / Curiosità

Commenta Stampa

Francia, ritorno a Parigi per Depardieu: "Non sfuggo a tasse"

L'attore sommerso da polemiche per la cittadinanza russa.

Francia, ritorno a Parigi per Depardieu: 'Non sfuggo a tasse'
05/08/2013, 21:01

PARIGI - Ritorno alle origini per Gerard Depardieu. L'attore francese è tornato infatti a recitare a Parigi, per la prima volta dopo la decisione - presa nel 2012 - di lasciare il paese per la Russia a causa dell'inasprimento delle tasse. Per evitare di cadere sotto la mannaia dell'aliquota del 75% introdotta dal governo Francois Holland, ma poi bocciata dal Consiglio Costituzionale, Depardieu aveva acquisito la cittadinanza russa. Nell'ambito di un cast internazionale, il 64enne attore transalpino sta girando un film sulla storia dei mondiali di calcio, interpretandone il creatore, Jules Rimet, che diede il nome all'omonima coppa fino all'edizione della rassegna mondiale del 1970, tenutasi in Messico. Le riprese prevedono una ventina di giorni in Francia per poi spostarsi in Brasile, Svizzera e Spagna. Il film uscirà nel 2014, in concomitanza con i mondiali brasiliani. "E' la prima volta che recito di nuovo in Francia", ha affermato Depardieu, sottolineando di aver respinto finora tutti i film francesi "perche' la gente non poteva capire". "Non sto sfuggendo all'esattore, ma al modo in cui i governi usano i soldi che prendono", ha spiegato l'attore francese, che interpretera' anche Dominique Strauss-Kahn in un film sulla caduta in disgrazia dell'ex direttore del Fondo monetario internazionale. Noto per episodi "sopra le righe", oltre che per le doti artistiche, Depardieu e' stato recentemente multato per 4mila euro, con la patente sospesa, per aver guidato ubriaco lo scooter per le strade di Parigi.

Commenta Stampa
di Armando Brianese
Riproduzione riservata ©