Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Prima il violento nubifragio, poi lo smottamento

Frane in Alto Adige: due donne morte nelle loro case

Si sono perse le tracce anche di un uomo in Valtellina

Frane in Alto Adige: due donne morte nelle loro case
05/08/2012, 13:15

BOLZANO - È stato il violento nubifragio verificatosi nella notte appena trascorsa la causa principale delle frane in Alto Adige. Triste il bilancio delle vittime, che per il momento conta due morti: si tratta in entrambi i casi di donne. Siamo sull’alta Valle Isarco, colpita nella notte da potenti piogge, alle quali si sono susseguiti diversi smottamenti del terreno: la prima vittima è rimasta schiacciata all’interno della sua casa (il maso) ad Avenes; la seconda, invece, inizialmente era stata data per dispersa, ma poi è stata ritrovata senza vita a Tulve, dove viveva in un maso che è stato completamente distrutto da un’altra frana.

Quelle trascorse e quelle in corso sono ore di ansia e paura in Valle Isarco, al punto tale che anche la linea ferroviaria del Brennero è stata chiusa per motivi di sicurezza. L’esondazione ha provocato l’allagamento di diverse case e l’allarme della Protezione civile locale è scattato nell’immediato. Ad Avenes, inoltre, quattro persone che si trovavano in due automobili e un motociclista sono rimasti intrappolati per alcune ore in una galleria, le cui uscite sono state ostruite da frane. Sono oltre 150, invece, le persone che sono state evacuate dalle loro case e portate nella palestra multifunzionale di Vipiteno. Circa 500 vigili del fuoco sono in servizio in queste ore per le ricerche della dispersa e per il lavoro di ripristino della viabilità.  


C’E’ UN DISPERSO ANCHE IN VALTELLINA

Un altro disperso si registra in Valtellina. Si tratta di un uomo di 50 anni, residente a Berbenno (Sondrio), allontanatosi da casa sabato pomeriggio. La sua auto è stata ritrovata stamattina nei pressi del fiume Adda, in una zona dove sabato ci sono stati forti temporali. Non si esclude alcuna ipotesi. Nelle ricerche sono impegnate diverse squadre di Vigili del fuoco, soccorso alpino, GdF, Forestale e anche un elicottero della Finanza decollato dalla base aerea di Venigono.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©