Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Frattamaggiore, fuggono ad un controllo: arrestati


Frattamaggiore, fuggono ad un controllo: arrestati
20/10/2011, 15:10

In ben due circostanze, erano riusciti ad eludere la Polizia, che li aveva intercettati in S. Antimo ed in Grumo Nevano, a bordo di una moto Honda Transalp, risultata da poco rapinata.

Il vantaggio della fuga, acquisito da due pregiudicati di Melito (NA), è durato solo 48 ore in quanto, riconosciuti dagli agenti del Commissariato di P.S. Frattamaggiore, sono stati raggiunti ed arrestati, stamani all’alba, presso le rispettive abitazioni.

Federico RAPPRESE, di 33 anni e Marco AULETTA, di 27 anni, entrambi ritenuti affiliati al Clan Ranucci di S. Antimo (NA), sono stati sorpresi in possesso di due pistole, una cal. 7,65 con matricola abrasa, colpo in canna del tipo luger e 7 proiettili parabellum inseriti nel caricatore, nonché una cal. 6,65 anche questa con matricola abrasa e proiettile in canna, oltre ad altri 3 inseriti nel caricatore.

Inutile il tentativo di RAPPRESE, alla vista dei poliziotti, di rinchiudersi in camera da letto, tentando di disfarsi, attraverso il balcone di una la pistola, completa di caricatore e proiettili ed una targa di motoveicolo risultato rubato il 19.07.u.s., il tutto prontamente recuperato dagli agenti postisi in osservazione sotto la sua abitazione, prevedendo tale mossa.

I poliziotti hanno anche rinvenuto e sequestrato un giubbotto antiproiettili, 2 passamontagna, un paio di guanti, nonché un proiettile cal.7,62 Para, quest’ultimo rinvenuto in un cassetto del comodino.

Presso l’abitazione di AULETTA, invece, gli agenti, oltre all’arma, hanno anche rinvenuto e sequestrato una carta d’identità falsa, riportante la sua foto ma con altre generalità.

RAPPRESE dovrà rispondere di detenzione abusiva di arma da guerra clandestina completa di caricatore e munizionamento, detenzione abusiva di 1 proiettile Para e ricettazione dell’arma e del munizionamento, inoltre, è stato denunciato in stato di libertà per ricettazione dell’arma e del munizionamento, ricettazione della targa del motoveicolo risultato rubato, detenzione di giubbotto antiproiettili, ricettazione di targa di motoveicolo in concorso con AULETTA.

Quest’ultimo dovrà rispondere di detenzione abusiva di arma clandestina, completa di caricatore e munizionamento ed inoltre, è stato denunciato, in stato di libertà, per i reati di ricettazione dell’arma con il relativo munizionamento e possesso di documenti d’identificazione falsi.

I due sono stati condotti dai poliziotti al carcere di Poggioreale.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©