Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Frattamaggiore, tre fermi per lesioni e rapina aggravata in concorso


Frattamaggiore, tre fermi per lesioni e rapina aggravata in concorso
25/02/2012, 11:02

Ieri pomeriggio, gli agenti del Commissariato di Pubblica Sicurezza “Frattamaggiore”, hanno sottoposto a fermo di polizia giudiziaria un  34enne di Frattaminore, un 32enne di Frattamaggiore e una 31enne di Frattamaggiore, in quanto ritenuti gravemente indiziati dei reati di lesioni e rapina aggravata in concorso. il 34enne  è ritenuto indiziato anche del delitto di tentata estorsione.

La vittima dell’aggressione è stata una donna 36enne, originaria di Frattamaggiore, che insieme alle figlie aveva lasciato la casa familiare in quanto vittime delle continue violenze e minacce del marito. Dopo un anno di matrimonio aveva quindi deciso di ritornate alla casa paterna.

Ieri pomeriggio la donna, insieme alla figlia primogenita, si era recata in Via Rossini a Frattamaggiore per andare a prendere l’ultima delle tre figlie a scuola, quando ha incrociato il marito, in compagnia della sorella  e di suo marito. L’uomo ha quindi chiesto alla moglie 20euro minacciandola di morte in caso non avesse accolto la sua richiesta. Alla sua risposta di non avere denaro al seguito ha iniziato a picchiarla. All’aggressione nei confronti della donna, poi estesa anche alla figlia 15enne, si sono associati la sorella ed il cognato. L’uomo ha poi strappato di mano alla figlia il cellulare per impossessarsene ed alla moglie, che ha cercato di riprenderlo, ha dato un morso alla mano. Il padre 76enne della donna, abitando nelle vicinanze, è stato attratto dalle urla ed avvicinatosi per soccorrere la figlia e la nipote è stato anch’egli aggredito con calci e pugni. Dopo aver minacciato la donna di picchiarla ad ogni futuro incontro e di incendiarle l’autovettura se avesse avvisato la Polizia, i tre aggressori sono saliti a bordo dell’autovettura e si sono rapidamente allontanati. I tre aggrediti si sono quindi recati all’Ospedale San Giovanni di Dio dove sono stati visitati e medicati per poi recarsi subito in Commissariato per sporgere denuncia dell’accaduto.

Verso le 18.00 i poliziotti si sono quindi messi alla ricerca dei tre aggressori partendo dalle loro abitazioni dove non sono stati trovati. Essendo persone conosciute per i loro precedenti di Polizia, non è stato però difficile intercettarli a bordo di un’autovettura su Via Rettifilo al Bravo, noto asse di collegamento con il Quartiere Scampia di Napoli. All’alt della pattuglia i tre hanno tentato di sfuggire dandosi alla fuga, ma dopo un breve inseguimento sono stati bloccati, perquisiti e subito sottoposti a fermo di indiziato di delitto. I due uomini sono stati pertanto condotti alla Casa Circondariale di Poggioreale mentre la donna a quella Femminile di Pozzuoli.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©