Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Arrestato padre violento

Frustrata perchè troppo occidentale, tenta il suicidio

Marocchina percossa e sequestrata in soffitta

Frustrata perchè troppo occidentale, tenta il suicidio
31/08/2011, 16:08

PESARO - La giovane era sequestrata nella soffitta di casa dal padre, un marocchino di 52 anni, che era intollerante di fornte agli attegiamenti dell'adolescente a suo parere troppo occidentali per la cultura da cui provengono.
Tutto ciò è accaduto in un paesino nella provincia di Pesaro. La ragazza, stanca del comportamentoi del padre e dei continui schiaffi, pugni e frustrate, martedì ha tentato il suicidio.
Era insostenibile per la diciassettenne marrochhina questa condizione, tanto di spingerla al folle gesto.
L'uomo è stato arrestato, mentre la madre della giovane è stat denunciata per maltrattamenti in famiglia.
A far scattare l'atteggiamento violento e severo dell'uomo nei confronti della figlia, una frequentazione sentimentale della giovane con un ragazzo. Da questo momento in poi inizia un vero e proprio calvario di violenza.
Gli inquirenti hanno trovato e sequestrato un filo elettrico che veniva usato per frustrare la bella marocchina.
Alcuni vicini di casa, basiti dalle urla del padre contro la figlia, hanno allertato i carabinieri. Adesso la giovane donna è stata portata in una comunità, mentre il padre si trova ai domiciliari.

Commenta Stampa
di Carmen Cadalt
Riproduzione riservata ©