Cronaca / Droga

Commenta Stampa

Tradito da un controllo di routine dei carabinieri

Fumava hashish alla guida, 81enne citato a giudizio


Fumava hashish alla guida, 81enne citato a giudizio
08/03/2010, 19:03

TIVOLI - E se i giovani non sono più quelli di una volta, anche gli ottuagenari sembrano un po' più scapestrati ed irresponsabili. Basti pensare all'81enne che sarà processato a Tivoli il prossimo 18 giugno. Per lui, infatti, l'accusa di guida sotto effetto di sostanze stupefacenti. L'anziano signore, originario di Campobasso e residente a Tivoli, è stato infatti "beccato" da una pattuglia dei carabinieri per un controllo di routine.
Era il 31 luglio del 2008 e gli agenti sentirono con chiarezza l'odore dell'hashish all'interno dell'abitacolo appena fermato. Di li a pochi secondi il test e la scoperta: l'ottuagenario aveva guidato dopo aver fumato una dose massiccia di stupefacenti. Dal canto suo l'81 enne si difende così:"Ho solo fumato una sigaretta lasciata da mio nipote in macchina". E proprio la tesi dell'intossicamento incolpevole ed inconsapevole è quella avanzata dai due avvocati difensori Giacinto Canzona e Anna Orecchioni. Secondo la ricostruzione fornita dai legali, infatti, l'anziano avrebbe ceduto alla tentazione di un pacchetto di sigarette lasciato in bella vista sul sedile del passeggero non sapendo, però, che al suo interno fossero contenute sigarette a base di hashish. Se fosse appurata tale dinamica, verrebbero subito a cadare sia il dolo che la configurabilità del reato.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©