Cronaca / Sangue

Commenta Stampa

Ascoltati parenti e amici della vittima

Funerali blindati per il neomelodico ucciso venerdì


.

Funerali blindati per il neomelodico ucciso venerdì
16/11/2009, 14:11

ERCOLANO - Si sono svolti questa mattina i funerali di Salvatore Barbaro il giovane cantante neomelodico freddato dai killer venerdì pomeriggio ad Ercolano. Esequie blindate per decisione delle forze dell’ordine che, vista la ferocia con cui hanno agito i sicari, hanno scelto di non rendere pubblico l’ultimo saluto al 29enne. Barbaro, conosciuto nel mondo musicale della canzone napoletana con il soprannome di “Salvio”, aveva già moltissimi fan che, in suo ricordo hanno anche creato un gruppo su facebook che ha già raccolto oltre 400 adesioni. Erano in tanti dunque a volere bene ed apprezzare il giovane; la sua famiglia, i parenti e i tanti amici che, a distanza di tre giorni, non riescono ancora a dare una spiegazione alla sua morte.
Barbaro era incensurato e dalle prime indagini sembrerebbe non aver avuto mai nessun rapporto con l’ambiente della criminalità organizzata di Ercolano. E proprio per questo le indagini, condotte dai carabinieri di Torre del Greco, sono ancora in alto mare. I militari non stanno trascurando nulla; si scava nella vita privata del giovane e in queste ultime ore sono stati ascoltati decine di parenti e amici della vittima per cercare di dare un movente plausibile  ad un omicidio che ha tutti i contorni di un agguato di camorra.
Lo scambio di persona resta una delle piste seguite dagli inquirenti anche se la violenza e la precisione con cui hanno agito i killer lascerebbero pochi dubbi sulla natura dell’omicidio. La vittima infatti è stata raggiunta da 11 colpi di arma da fuoco, quelli fatali sparati a distanza ravvicinata dopo che Barbaro aveva perso il controllo della sua auto ed era già agonizzante. Una vera e propria esecuzione dunque che lascia ombre e misteri per la morte di un giovane  la cui vita sembrava essere irreprensibile.

Commenta Stampa
di Elisa Scarfogliero
Riproduzione riservata ©