Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Rintracciato grazie al contattto facebook della fidanzata

Fuorigrotta, fermato il complice del rapinatore di benzinai


Fuorigrotta, fermato il complice del rapinatore di benzinai
25/06/2012, 11:06

Nel quartiere Pendino i carabinieri del nucleo operativo della compagnia Bagnoli hanno sottoposto a fermo per rapina aggravata un giovane di 19 anni già noto alle forze dell'ordine. Il giovane è gravemente indiziato che, insieme al complice di 20 anni, residente a Napoli già noto alle forze dell'ordine e arrestato per lo stesso fatto il 21 giugno scorso, in sella ad uno scooter, armati di pistola, su via cinthia hanno avvicinato e colpito ripetutamente alla testa con il calcio dell’arma il titolare 45enne della pompa di benzina allo scopo di rapinargli l’incasso della giornata. la scena fu notata da carabinieri in transito che sono intervenuti bloccando il 20enne dopo breve inseguimento a piedi e violenta colluttazione, mentre il fermato che era alla guida dello scooter, riuscì a darsi alla fuga. Con una serrata attività investigativa i militari dell’arma lo hanno identificato, ed è stato riconosciuto in fotografia dai carabinieri intervenuti su via cinthia. Il 20enne è stato rintracciato a casa della fidanzata (individuata tramite i contatti che il giovane aveva sul noto social network facebook), in via Celano, dove si era nascosto sotto il letto e, una volta scoperto, ha tentato la fuga, venendo comunque bloccato. Lo scooter utilizzato, una honda sh con la targa contraffatta, è stato sequestrato. Approfondendo le indagini, i militari dell'arma dei  carabinieri della stazione di Bagnoli hanno inoltre scoperto che i 2 sono gravemente indiziati di altre 2 rapine consumate poco prima, con le medesime modalita’ ai danni:
- dell’area di servizio agip sulla tangenziale di napoli, all’altezza dello svincolo di agnano, nel corso della quale aveva colpito alla testa con il calcio della pistola l’addetto al rifornimento, un rumeno 41enne, costretto a cure mediche al pronto soccorso dell’ospedale san paolo per “ferite lacero contuse al capo e alla tempia sinistra, suturate” guaribili 8 giorni; - della stazione di rifornimento esso sul viale kennedy , nel corso della quale i malviventi avevano rapinato 520 euro in denaro contante poi trovati dai carabinieri sulla persona di rivieccio dopo l’intervento in via cinthia. ulteriori indagini in corso al fine di accertare eventuali responsabilita’ dei malviventi in ordine ad ulteriori rapine consumate con le medesime modalita’ in danno di aree di servizio della tangenziale di napoli. il fermato è stato associato al carcere di poggioreale.

Commenta Stampa
di Fabio Iacolare
Riproduzione riservata ©