Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

A rischio il completamento dell'alberghiero di via Terracina

Fuorigrotta: stop al cantiere, operai in sciopero


.

Fuorigrotta: stop al cantiere, operai in sciopero
09/06/2010, 15:06


NAPOLI - Quindici giorni di sciopero, tre mesi senza stipendi ed un cantiere che rischia di chiudere di nuovo. Sono i numeri della protesta inscenata a Fuorigrotta dai lavoratori della Partenopea Srl, addetti alla costruzione della struttura di via Terracina che dovrebbe ospitare un istituto alberghiero. Incrociano le braccia contro i mancati pagamenti trimestrali garantiti dal settembre del 2007, quando ci fu il fitto dei rami d’azienda che fece subentrare l’impresa di Portici alla Castaldo Spa. Uno stop che rischia di far nuovamente arenare il completamento del plesso di proprietà della Provincia di Napoli, da trent’anni bloccati a causa della mancanza di risorse. Stavolta, però, secondo i sindacati, per lo scheletro di cemento di Fuorigrotta sono stati stanziati 12 milioni di euro. Ma i pagamenti, così come le forniture edili, sono stati improvvisamente congelati e, nonostante le richieste inoltrate sia alla Prefettura che a Palazzo Matteotti, sembra non sia stata ancora trovata una via d’uscita per i venti dipendenti dell’impresa edile di Portici.

Commenta Stampa
di Davide Gambardella
Riproduzione riservata ©