Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Fuorigtrotta, si finge cliente ma rapina e violenta prostituta: arrestato


Fuorigtrotta, si finge cliente ma rapina e violenta prostituta: arrestato
21/02/2012, 11:02

Questa mattina, gli agenti del Commissariato di Polizia “Pianura”, hanno sottoposto a fermo di polizia giudiziaria un  42enne di Giugliano, in quanto gravemente indiziato dei delitti di violenza sessuale e rapina aggravata.

La vittima della doppia violenza è una prostituta di 52 anni che verso le 03.00 di questa notte, è stata avvicinata dal malvivente presentatosi come cliente. Dopo aver pattuito il prezzo della prestazione sessuale ed aver fatto salire la donna sulla sua autovettura, il 42enne si è recato vicino al Liceo Copernico per la consumazione.

Secondo quanto riferito dalla donna in sede di denuncia, l’uomo si è mostrato particolarmente violento causandole notevole dolore. Nonostante le insistenti richieste di avere più rispetto e le urla provocate dal lancinante dolore, l’uomo ha immobilizzato la 52enne e continuato a lasciarsi andare nel suo impeto animalesco. Al termine della prestazione la donna si è subito accorta di avere delle perdite ematiche. Alla richiesta dei 40 euro pattuiti, l’uomo ha risposto che semmai lei avrebbe dovuto dare i soldi a lui e dopo averla presa con forza, ha iniziato a rovistarle gli abiti per trovare i suoi soldi. La donna ha quindi iniziato ad urlare ma lui per farla zittire l’ha prima schiaffeggiarla e poi a colpita violentemente con dei pugni alla testa. In un ultimo sforzo di reazione alla violenza e profittando del fatto che l’uomo aveva trovato i soldi all’interno di una tasca del suo soprabito, la vittima è riuscita ad uscire dall’autovettura ed a fuggire verso un vicino distributore di carburanti di Via Cintia. L'uomo  l’ha però raggiunta con la sua autovettura, è sceso, ed ha iniziato ancora una volta a picchiarla con violenti pugni alla testa sino a quasi tramortirla al suolo dove l’ha poi immobilizzata e afferrata con una presa al collo. L’intervento di alcune persone presenti al vicino distributore ha scongiurato il peggio in quanto l’uomo avvedutosi della sua inferiorità numerica si è dato precipitosamente alla fuga.

Verso le 08.00 del mattino, la 52enne ha quindi sporto regolare denuncia descrivendo otre l’accaduto, le caratteristiche somatiche del malvivente con grande attenzione per i particolari, nonché le caratteristiche dell’autovettura utilizzata per compiere le violenze, una Ford Focus Station Wagon.

In meno di un paio di ore, i poliziotti hanno identificato il malvivente e si sono recati a Licola dove hanno rapidamente circondato la villetta bifamiliare di Via Masseria Vecchia. Entrati nell’abitazione hanno sorpreso l’uomo ancora in pigiama. EE.S. è stato quindi portato presso gli uffici del Commissariato di Pianura dove è stato sottoposto ad individuazione di persona, riconosciuto dalla vittima, sottoposto a fermo e subito condotto alla Casa Circondariale di Napoli – Poggioreale.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©