Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

I ladri hanno rovistato nei documenti

Furto a casa di Salvatore Borsellino. Lui: "Fatto strano"


Furto a casa di Salvatore Borsellino. Lui: 'Fatto strano'
09/01/2014, 10:53

ARESE (MILANO) - Salvatore Borsellino, fratello del giudice assassinato dalla mafia nel 1992, ha denunciato un furto subito nella sua casa di Arese, in provincia di Milano. 
Il furto è avvenuto tra il 29 dicembre e il 3 gennaio, periodo in cui Borsellino non era a casa. Ma si è trattato di un furto con molte stranezze. In nanzitutto i ladri sono riusciti a bloccare l'antifurto, che ha la funzione anche di chiamare i Carabinieri. Funzione che questa volta non è scattata, dimostrando che i ladri erano preparati appositamente per questo furto. Poi hanno portato via la cassaforte e hanno rovistato nei documenti, senza preoccuparsi di portare via diversi oggetti preziosi che c'erano in casa. 
Tanto che Borsellino, nel parlare con i giornalisti di questo fatto, ha detto di voler controllare se il suo computer sia stato manomesso e se alcuni documenti siano stati rubati. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©