Cronaca / Nera

Commenta Stampa

L'impianto di allarme non era attivato

Furto alla Credem, bottino di 60mila euro

Messe fuori gioco le telecamere di sorveglianza

.

Furto alla Credem, bottino di 60mila euro
18/01/2011, 15:01

NAPOLI - Sessantamila euro, questo il bottino del furto in banca che è stato messo a segno questa notte a Napoli, nell'agenzia Credem di via Ferrante Imparato. I ladri hanno messo fuori uso il sistema di videosorveglianza ed aperto la cassaforte con un flex.

Le indagini sono ancora in corso, ma quel che è purtroppo chiaro è che gli investigatori non potranno contare sulle riprese delle telecamere interne. Il gruppo di ladri, infatti, prima di entrare in azione ha messo fuori uso il sistema di sicurezza. Secondo indiscrezioni sarebbe stato tranciato il cavo blindato che passa sul soffitto e che contiene le fibre ottiche del sistema di sorveglianza. Per entrare nei locali, i malviventi hanno utilizzato una finestra posta sul retro della struttura, accessibile da un parco privato. La manomissione del cavo ha fatto scattare l'allarme, ma inutilmente. Le guardie giurate sono arrivate sul posto ma, controllando come da prassi l'esterno della struttura e l'interno dei locali, non hanno notato nulla di anomalo. Probabilmente i malviventi hanno aspettato che andassero via per entrare in azione. Con le telecamere ormai fuori gioco (insieme alle illuminazioni pubbliche del parco privato), i ladri sono entrati attraverso la finestra posteriore e con un flex hanno aperto la cassaforte. Danneggiato anche il bancomat.

L'agenzia non aveva un impianto di allarme e per questo era stata organizzata una vigilanza ogni due ore con personale di un istituto di guardie giurate: al controllo delle 2 del mattino tutto era a posto, ma a quello delle 4 l'agenzia era stata svaligiata. Gli uomini dell'Ufficio prevenzione generale e della Scientifica della Questura di Napoli si sono occupati dei primi rilievi.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©