Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Fusco “Riparto da capo e se lotta sindacale deve essere, la faccio da solo senza problemi”


Fusco “Riparto da capo e se lotta sindacale deve essere, la faccio da solo senza problemi”
15/07/2011, 15:07

E’ di questa mattina la notizia che è stata comunicata a mezzo stampa dalla segreteria Generale della S.N.G.G., Sindacato Nazionale Guardie Giurate. Marco Fusco è ripartito con richieste di controllo a tappeto su tutte le regioni italiane, la prima in ordine di intervento è la Campania e poi via via tutte le altre. “la situazione in Campania è incandescente e presto potrebbe scoppiare nonostante siano diversi anni che la nostra organizzazione sindacale denunci a destra e a manca tutte le presumibile irregolarità che risaltano ai nostri occhi. Siamo profondamente certi che quanto continua ad avvenire nelle varie aziende della Campania quindi nelle provincie di Napoli, Caserta, Avellino e Benevento sia del tutto anomalo ma chiaramente non essendo noi l’Ente competente ci rivolgiamo a loro a tutelare dei diritti dei lavoratori e delle loro famiglie. Non se ne può più e non riusciamo ancora ad oggi ad ottenere una seria risposta e/o provvedimento che veda l’iniziativa di un Ente a sanzionare qualora ne fosse necessario. Noi non crediamo che sia tutto in regola soprattutto per aziende del casertano che secondo noi stanno in piedi per scommessa e che si trascinano già da troppo tempo situazioni particolari e poco chiare. Abbiamo anche chiesto al Comando Generale della Guardia di Finanza di svolgere effettivamente controlli patrimoniali a raggi x; noi pensiamo che l’Ente si possa divertire come e quando vuole e probabilmente in tutta la Campania ne usciranno fuori delle belle. Le stesse Prefetture competenti per provincia, chiedano conto alle aziende di vigilanza in attività della regolarità del D.U.R.C. in modo da non metterci nella condizione tra qualche anno, di trovare la sorpresa di chiusure di aziende in modo improvviso. Siamo partiti dalla Campania ma è una cosa che interesserà tutte le regioni d’Italia, tant’è vero che la prossima sarà la Sicilia e giorno per giorno ne faremo una; è chiaro che interveniamo per le provincie di nostra competenza”. Lunedì sarà la volta della Sicilia e delle province di Siracusa e Catania



Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©