Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La pena massima richiesta di 4 anni e 10 mesi

G8: anche in appello chieste pene morbide per l'assalto alla scuola Diaz


G8: anche in appello chieste pene morbide per l'assalto alla scuola Diaz
24/02/2010, 14:02

GENOVA - Oggi è iniziato il processo di appello per i poliziotti accusati delle violenze al G8 di Genova del 2001, in particolare quelle connesse all'incursione notturna alla scuola Diaz, dove centinaia di persone dormivano nei sacchi a pelo e si svegliarono sotto una tempesta di manganellate. Ma anche in appello il Procuratore Generale ha chiesto pene abbastanza basse. La pena massima richiesta è stata per Francesco Gratteri, attuale capo dell'Antiterrorismo, e per Giovanni Luperi, oggi responsabile dell'Aisi (l'Agenzia informazioni e sicurezza interna), l'ex Sisde: 4 anni e 10 mesi di reclusione. 4 anni e 6 mesi per Gilberto Caldarozzi, dirigente del Settore centrale operativo, e per Spartaco Mortola, allora capo della Digos genovese e ora questore vicario a Torino e alla guida dei poliziotti che negli ultimi giorni hanno mandato una persona all'ospedale in prognosi riservata a Torino, dopo gli scontri in Val di Susa.
Ma molti reati sono già andati in prescrizione, tutti gli altri sono prossimi, e alcuni imputati accusati di reati minori sono già usciti dal processo. Inoltre anche condanne di questo livello sono solo formali, perchè tutti gli imputati potranno godere dell'indulto, e quindi se la pena non supera i 6 anni nessuno sarà punito.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©