Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Presto la scarcerazione di Balducci

G8: la Cassazione trasferisce gli atti da Firenze a Roma


G8: la Cassazione trasferisce gli atti da Firenze a Roma
11/06/2010, 09:06

ROMA - La Cassazione ha disatteso la richiesta del Procuratore Generale Luigi Riello e ha deciso di trasferire le inchieste sui cosiddetti "Grandi Eventi", comprese quelle sulla scuola dei Carabinieri, da Firenze a Roma. Decisione quanto mai opportuna per gli imputati: infatti il 15 giugno ci sarebbe stato l'inizio del processo immediato per l'ex provveditore alle opere pubbliche della Toscana Fabio De Santis, l'avvocato Guido Cerruti e l'imprenditore Francesco Maria De Vito Piscicelli (quello che alle 3.32 del 6 aprile del 2009 rideva per il terremoto che stava distruggendo L'Aquila, ndr); mentre adesso, col trasferimento degli atti a Roma, il processo non inizierà prima del 2011. E questo permetterà anche ai legali dei tre imputati di chiedere la revoca delle misure cautelari per i loro assistiti (De Santis è detenuto in carcere a Sollicciano, in provincia di Firenze; De Vito Piscicelli è agli arresti domiciliari e Cerruti ha l'obbligo di firma) per decorrenza dei termini. Termini che non sarebbero scaduti se il 15 si fosse iniziato il processo a Firenze.
La decisione della Cassazione dovrebbe avere ripercussioni favorevoli anche per Angelo Balducci, anche lui detenuto in custodia cautelare nell'ambito della stessa indagine. Infatti anche gli atti che lo riguardano dovrebbero essere spostati a Roma, dove finiranno nell'oblio, e la sua custodia cautelare dovrebbe essere revocata per decorrenza dei termini.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©