Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Dovrà pagare 1.400 euro a un militante di Rifondazione

Galeotto quel gavettone alla candeggina: condannato Bossi Jr

Non è il Trota, ma suo fratello piccolo: il 21enne Roberto

Galeotto quel gavettone alla candeggina: condannato Bossi Jr
02/04/2012, 20:04

MILANO - Galeotto fu quel gavettone alla candeggina, che oggi costa alla famiglia Bossi 1.400 euro di multa. Responsabile è Roberto Bossi, il figlio 21enne del senatur, condannato dal giudice di pace di Gavirate, in provincia di Varese, a pagare una pena pecuniaria e al risarcimento dei danni morali e biologici ai danni di un militante di Rifondazione Comunista.
I fatti risalgono al marzo 2010, quando a Laveno Mombello, il militante della sinistra Luigi Schiesaro, con altri compagni, stava affiggendo alcuni manifesti negli spazi elettorali occupati da cartelloni leghisti. Da una Fiat Ulisse, che viaggiava a gran velocità, sono volati prima insulti e poi gavettoni pieni di candeggina, che hanno centrato il 49enne di Rifondazione, provocandogli irritazioni al volto.
Il giovane Bossi, all’epoca 19enne, e un altro ragazzo sono stati ritenuti responsabili di tali lesioni. Dopo l’episodio, fu lo stesso Bossi junior a chiamare le forze dell’ordine, spiegando di essere stato attaccato con l’asta di una bandiera: ma evidentemente la sua fantasiosa ricostruzione dell’accaduto non ha convinto il giudice, che gli ha dato torto e ha deciso di condannarlo. Per ingiuria e lesioni il giovane ora dovrà versare 1.400 euro e badare al risarcimento dei danni provocati a Luigi Schiesaro, oltre che alle spese processuali.
Il ragazzo risponde di ingiuria “per avere offeso il decoro e l’onore di Schiesaro Luigi”, militante di Rc, “proferendo nei suoi confronti la seguente frase: ‘eccolo lì il bastardo’” e di lesioni “per aver procurato lesioni” all’uomo, “guaribili in 7 giorni come da referto agli atti”. Cosa ne penserà papà Umberto che con i militanti “rossi” non vorrebbe proprio avere a che fare.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©