Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

Dopo 6 anni di vicenda giudiziaria, processo da rifare

Garlasco, Cassazione: annullata l'assoluzione di Stasi

L'avvocato: "E' dispiaciuto, ma non preoccupato"

Garlasco, Cassazione: annullata l'assoluzione di Stasi
18/04/2013, 11:02

GARLASCO (PAVIA) - Con il verdetto della Cassazione, che ha annullato l'assoluzione di Alberto Stasi per l'omicidio della fidanzata Chiara Poggi, si riapre una vicenda giudiziaria iniziata 6 anni fa. La prima sezione della Corte ha disposto un nuovo processo d'appello. "L'ho sentito poco fa, è dispiaciuto, ma non è preoccupato. Non se l'aspettava e non ce l'aspettavamo noi" ha detto uno dei legali di Stasi, dopo aver sentito il suo assistito al telefono.
Annullata dunque la sentenza di assoluzione di Alberto Stasi per l'omicidio avvenuto il 13 agosto 2007 a Garlasco. La prima sezione della Cassazione presieduta da Paolo Bardovagnim ha comunicato oggi l'esito di una sentenza che ieri è stata rinviata. L'ex fidanzato della vittima era stato assolto sia in primo che in secondo grado. La Cassazione ha accolto il ricorso della Procura di Milano e dei genitori di Chiara Poggi e ha deciso per l'annullamento della precedente sentenza. Stasi non era presente in aula e le sue parole sono arrivate per mezzo del suo legale. Dall'altra parte, il cugino di Chiara Poggi, Paolo Reale ha dichiarato alla stampa: "Ho sentito i familiari di Chiara, sono soddisfatti, ma anche molto emozionati. Oggi è stato fatto un passo avanti verso la verità. Nessuno parla di vittoria, è un percorso che va avanti. Accetteremo la nuova sentenza che verrà".

Commenta Stampa
di Emanuele De Lucia
Riproduzione riservata ©