Cronaca / Soldi

Commenta Stampa

GDF Avellino: Sequestra 281 capi di abbigliamento contraffatti


GDF Avellino: Sequestra 281 capi di abbigliamento contraffatti
04/06/2010, 16:06

Erano sicuri che utilizzando l’autostrada sarebbero potuti meglio sfuggire ai controlli. Sono invece ugualmente incapppati nelle maglie delle Fiamme Gialle di Avellino. Nel pomeriggio di ieri, infatti, una pattuglia della Compagnia di Avellino, agli ordini del capitano Salvatore SERRA, in servizio anticontrabbando lungo le principali direttrici di traffico della provincia, si sono spinti anche sull’A-16 e, nell’ambito dei controlli posti in essere presso un’area di servizio, hanno controllato una monovolume in transito, insospettiti dall’atteggiamento di conducente e passeggero.

All’atto del controllo dei documenti gli occupanti dell’auto, due soggetti diretti nel foggiano, mostravano particolare nervosismo e, di conseguenza, i militari decidevano di dar corso ad un controllo accurato della vettura. A seguito dell’accurata perquisizione effettuata al mezzo era possibile rinvenire nel vano bagagli del mezzo, malamente occultati da un telone, alcuni scatoloni che sono risultati contenere ben 281 capi d’abbigliamento recanti, abilmente contraffatti, i marchi di famose case di produzione italiane ed internazionali.

Alla richiesta dei militari di esibire i relativi documenti giustificativi della merce trasportata i due soggetti non erano grado di esibire documenti fiscali comprovante il trasporto né, tantomeno, fornivano indicazioni circa il luogo ove la stessa era stata acquistata: tutto il carico contraffatto veniva pertanto sottoposto a sequestro per un valore della merce trasportata ammontante a circa 6.000 euro.

In considerazione dell’ottimo livello della contraffazione, è presumibile che i capi contraffatti avrebbero seguito un percorso “preferenziale” per la loro commercializzazione, eventualemnt a mezzo di canali “ufficiali” di vendita, magari unitamente a capi originali.

L’operazioni di servizio si concludevano con il sequestro della merce e la denuncia a piede libero alla autorità giudiziaria dei due soggetti, identificati per tale G.M. (di anni 39) e per tale M.G. (di anni 46), entrambi residenti a Foggia, per violazione agli articoli 648 (ricettazione) e 474 (contraffazione marchi) del codice penale.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©