Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

GdF: intervento di un elicottero per il trasporto d’urgenza di una neonata da Capri al Cardarelli


GdF: intervento di un elicottero per il trasporto d’urgenza di una neonata da Capri al Cardarelli
23/04/2012, 12:04

Nella tarda serata di sabato un elicottero A109 Nexus della Sezione Aerea della Guardia di Finanza di Napoli è stato impiegato per il trasporto sanitario d’urgenza, dall’Isola di Capri all’Ospedale Cardarelli di Napoli, di una neonata in difficoltà respiratorie.
Allertate da una richiesta di intervento veicolata attraverso la Prefettura di Napoli, le Fiamme Gialle orientavano il dispositivo di emergenza operativa, normalmente predisposto su tutto l’arco delle 24 ore per le esigenze di polizia, alle necessità rappresentate

Mentre l’equipaggio predisponeva l’elicottero per lo specifico intervento sanitario e si preparava al decollo, veniva avviato un intenso coordinamento con la struttura sanitaria isolana ed i responsabili del 118.
Intorno alle 23.00 l’elicottero raggiungeva l’isola, senza non poche difficoltà dovute alle condizioni meteorologiche non ottimali, dove venivano imbarcati la piccola appena nata, protetta in una incubatrice e un medico del nosocomio di Capri, che si è occupato costantemente della bambina.
Immediato il decollo per la terra ferma, ma, poiché il peggioramento delle condizioni meteo non permetteva l’atterraggio direttamente presso la piazzola di atterraggio dell’ospedale partenopeo, esso avveniva alle ore 23.30 presso l’aeroporto di Capodichino, dove c’era già un’autoambulanza pronta a trasportare la neonata presso l’ospedale Cardarelli.

In questo contesto l’intervento in emergenza dell’ elicottero del Corpo, ad integrazione e surroga dei dispositivi di presidio sanitario impossibilitati ad operare, è stato determinante per il felice esito della situazione.
La Guardia di Finanza, per dotazione di mezzi e capacità operativa, è in grado di assicurare su tutto il territorio regionale campano una risposta di emergenza che copre l’intero arco orario diurno e notturno e, pur disponendo di mezzi equipaggiati non per il trasporto di infermi ma per le esigenze di polizia e il contrasto, in particolare, della criminalità lungo le coste ed il mare, può efficacemente intervenire - come avviene ed è già accaduto in situazioni quali il soccorso in mare o il trasporto urgente di persone infortunate - ed inserirsi nei dispositivi di protezione civile e gestione delle emergenze, ed avere un ruolo determinante per una soddisfacente risoluzione delle urgenze

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©