Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

GDF Salerno: controlli presso una galleria d'arte


GDF Salerno: controlli presso una galleria d'arte
04/05/2009, 09:05

Si intensificano i controlli del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Salerno al contrasto della diffusione degli illeciti a tutela della legalità nell’ambito dei peculiari compiti di polizia economico-finanziaria.
 
Nell’ambito di tali interventi, i finanzieri del Gruppo di Salerno hanno posto la loro attenzione sulla disciplina che regola le norme in materia del diritto d’autore, con particolare riferimento alle norme sul “diritto di seguito”che èil diritto dell’autore di opere di arti figurative e di manoscritti a percepire una percentuale sul prezzo di vendita degli originali delle proprie realizzazioni in occasione delle vendite successive alla prima.
Il compenso è a carico del venditore ed è dovuto per tutte le vendite successive alla prima cui partecipi, come venditore, acquirente o intermediario, un professionista del mercato dell’arte; pertanto, sono quindi soggette ad esso le transazioni di gallerie, case d’asta o mercanti d’arte, mentre sono escluse le vendite dirette tra privati. L’importo del compenso è in percentuale, individuato per scaglioni, su quanto ottenuto per ogni vendita.
In base alla norma, per opere d’arte si intendono le creazioni originali dell'artista, come quadri, collages, dipinti, disegni, incisioni, stampe, litografie, sculture, arazzi, ceramiche, opere in vetro, fotografie ed esemplari considerati come opere d’arte e originali, nonché i manoscritti.
In tale contesto, i finanzieri di Salerno, coadiuvati nell’attività di servizio da funzionari della S.I.A.E. di Roma e Salerno, hanno eseguito un controllo presso una nota galleria d’arte di Salerno che è risultata non aver ottemperato a tali obblighi.
 
Nel corso dell’attività veniva rinvenuta, altresì, copiosa documentazione extracontabile attestante numerose e talvolta costose vendite di opere d’arte in totale evasione di imposta che insieme ad altri elementi é oggetto di ulteriori approfondimenti da parte degli investigatori.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©