Cronaca / Nera

Commenta Stampa

La donna si è recata in Corsica: proseguono le ricerche

Gemelle scomparse, la madre: "Sono state viste vive"


Gemelle scomparse, la madre: 'Sono state viste vive'
13/02/2011, 19:02

Potrebbero essere state sepolte in Corsica, come è stato ipotizzato dagli inquirenti dopo l’ultima lettera scritta prima del suicidio dal padre delle due. Oppure potrebbero essere ancora vive, come qualcuno avrebbe riferito nelle scorse ore. “Le mie figlie sono state viste vive in Corsica – sostiene la madre delle gemelle scomparse durante una conferenza stampa all’aeroporto di Ajaccio - Vi prego, telefonate alla polizia anche se avete dubbi o gli indizi sembrano scarsi…”. Per questo motivo Irina, la madre delle due gemelline scomparse, si è recata in Corsica:  la donna potrebbe aiutare gli inquirenti a ricostruire gli spostamenti del padre suicida delle bimbe. Sono convinti che l’ingegnere svizzero Matthias Schepp abbia voluto ripercorrere le tappe principali dell’ultimo viaggio con la famiglia. Livia e Alessia, sei anni, avevano lasciato la Svizzera con il padre il 30 gennaio. Da allora una serie di indizi, messaggi disperati e spostamenti di Shepp, prima a Marsiglia, poi in Corsica e poi avvistato a Napoli. Una residente di Propriano giura di averli visti il primo gennaio e parla di una misteriosa donna bionda. “C’erano un uomo e una donna. Stavano parlando. Io stavo attraversando la strada e li ho notati, poi ho visto le ragazzine. Erano le gemelle secondo me, non ne sono sicura, ma credo di sì al 95%. Il padre sono sicura, era lui, al 100%”. Il viaggio di Shepp termina a Cerignola, in Puglia. L’uomo si getta sotto un treno. In una lettera del padre fa temere il peggio, dice che le bambine “non hanno sofferto” e che “riposano in un luogo sicuro”. Irina Lucidi intanto ha ripercorso con gli agenti della Gendarmeria francese gli ultimi luoghi in cui sarebbero state le bimbe: tre giri di perlustrazione in elicottero sul porto di Macinaggio, per poi allontanarsi ancora una volta dietro la punta dove si trova la spiaggia di Tamarone. La speranza di ritrovarle sane e salve è ancora viva.

Commenta Stampa
di Davide Gambardella
Riproduzione riservata ©