Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

I medici non si erano accorti di nulla

Genova: aveva ingoiato una pila, la bambina di 20 mesi morta domenica


Genova: aveva ingoiato una pila, la bambina di 20 mesi morta domenica
11/06/2010, 14:06

GENOVA - Una pila, probabilmente presa da un orologio o da un telecomando, è stata la causa della morte di Angela Giusti, una bambina di 20 mesi di Genova. A dirlo l'autopsia, i cui risultati sono stati resi noti.
I fatti risalgono a domenica. Angela viene portata in ospedale dai genitori, perchè votima e ha un sanguinamento alla bocca. I medici la valutano "codice giallo", cioè di media gravità, e decidono di sottoporla ad altri esami, che vengono posposti al tardo pomeriggio. Ma prima di quello, le condizioni della bambina sono peggiorate, e quindi è stata portata in gastroenterologia per essere operata. Ma era già tardi: la bambina è andata in coma e poi è morta. La causa è stata trovata oggi dall'autopsia, avvelenamento dalle sostanze contenuto in quel piccolo disco così utile ma anche così velenoso.
Ora la Procura di Genova sta indagando i medici per omicidio colposo, ma gli imputati spiegano che il ritardo è stato dovuto al fatto che, dovendo fare una gastroscopia, si stava aspettando che si liberassero i medici esperti in grado di fare con tranquillità un intervento così invasivo.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©