Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Ma nessuno di loro andrà in galera, protetti dall'indulto

Genova: condannati i vertici della Polizia per l'aggressione alla Diaz


Genova: condannati i vertici della Polizia per l'aggressione alla Diaz
19/05/2010, 09:05

GENOVA - La Corte d'Appello di Genova ha capovolto la sentenza di primo grado sulle violenze commesse dalla Polizia nel luglio 2001 nella scuola DIaz, durante il G8 di quell'anno. Alla fine su 27 imputati, 25 sono stati condannati. Tra i vertici, ricordiamo le condanne di Vincenzo Canterini, ex comandante del Primo Reparto della Mobile di Roma, a 5 anni di reclusione; Francesco Gratteri, capo del reparto anticrimine, è stato condannato a 4 anni; Giovanni Luperi, ex capo dell'Ucigos, è stato condannato a 4 anni; Spartaco Mortola, ex dirigente della Digos di Genova, è stato condannato a 3 anni e 8 mesi. Tutti costoro in primo grado erano stati assolti. Condannati a 3 anni e 9 mesi anche i dirigenti della Polizia Pietro Troiani e Michele Burgio, accusati di avere portato delle bottiglie molotov nella scuola per precostituirsi l'alibi per l'aggressione contro i manifestanti che stavano dormendo (l'azione della Polizia avvenne verso le 3 di notte, l'ora in cui il sonno è più profondo e le reazioni dell'organismo sono al minimo; ancora più se si tratta di persone manganellate con violenza mentre stavano dormendo o si stavano appena svegliando, ndr).
Tuttavia le condanne sono poco più che simboliche: tutti i reati contestati sono coperti dell'indulto approvato nel 2007, e quindi a tutte le pene vanno sottratti tre anni; la parte rimanente è coperta dalla sospensione condizionale della pena.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©