Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Sindaco Santa Marina: “Si affievoliscono speranze"

Genova, mamma di un disperso parte per cercare il figlio


Genova, mamma di un disperso parte per cercare il figlio
08/05/2013, 21:06

AGGIORNAMENTO A CURA DI ERIKA NOSCHESE

La disperazione ha preso il sopravvento e così la mamma del sottufficiale Francesco Cetrola, 38 anni, sottufficiale della Marina Militare di cui non si hanno più notizie dopo la tragedia di Genova è partita da Santa Marina, la cittadina del golfo di Policastro dov'è nato Cetrola, per recarsi sul luogo del disastro.
''Siamo tutti addolorati per quanto accaduto. Purtroppo piu' tempo passa e piu' si affievoliscono le speranze di trovarlo in vita'', ha detto Dionigi Fortunato, sindaco del comune del Cilento.



GENOVA - Si fa ancora più preoccupante il bulancio della tragedia avvenuta nelle acque del porto di Genova.
Sale a 7 il numero  dei morti accertati, 4 sono i feriti, per ora si contano 2 dispersi. Sono stati identificati i corpi di due vittime,  il 41enne Michele Robazza, originario di Livorno, pilota del porto di Genova, e  Davide Morella, 34  anni di Bisceglie che lavorava nella Capitaneria di porto.  
Non si arrestano le ricerche.


Aggiornamento a cura di R.A

GENOVA - Tragedia nel mare del porto di Genova, dove una nave portacontainer, durante la manovra di uscita, ha sbagliato direzione e si è imbattuta contro la torre pilota. L’impatto è stato fatale, la torre è crollata causando la morte di tre persone. Purtroppo il bilancio delle vittime potrebbe aumentare, ci sono ancora dispersi nelle acque della zona molo Giano. Le vittime accertate sono un pilota e due militari della capitaneria di porto , per adesso si parla di sei persone scomparse. Secondo gli accertamenti, tra i coinvolti, oltre al trentenne Daniele Fratantonio, ci sarebbe anche una donna. Le dinamiche sono ancora tutte da accertare, testimoni parlano di un forte boato che ha preceduto il crollo,poco dopo le ore 23,00, in seguito allo schianto, della torre di controllo erano rimaste solo macerie.
Sono attive le ricerche nei fondali marini, purtroppo i cellulari che potevano localizzare, approssimativamente, i corpi delle vittime, hanno smesso di squillare.  Molte persone, presenti nell'edificio, sono rimaste intrappolate dalle macerie. Infatti, la torre ospitava diversi uffici in un orario notturno in cui si verificava il cambio di turno lavorativo. Tale cosa sta determinando non poche difficoltà per rintracciare coloro i quali erano sul posto al momento della tragedia. Si pensa che i due motori della nave si siano bloccati provocando l’impossibilità di una manovra corretta. Il Sindaco di Genova , Marco Doria , ha dichiarato il lutto cittadino.
La Procura di Genova ha aperto un'inchiesta sull'incidente.

Commenta Stampa
di Rosa Alvino
Riproduzione riservata ©