Cronaca / Sangue

Commenta Stampa

E' stato arrestato il nipote mentre scappava

Genova: morto medico colpito nell'ASL Genova; arrestato il nipote


Genova: morto medico colpito nell'ASL Genova; arrestato il nipote
14/05/2009, 09:05

Non ce l'ha fatta, Pietro Pintus, il 62enne medico dell'ASL 3 di Genova, colpito mortalmente ieri da due proiettili sparati da una pistola calibro 45. SI tratta di una pistola che ha proiettili molto potenti, in grado di creare danni devastanti a chi viene colpito. E' stato operato ieri, Pintus, ma le condizioni eranno apparse subito gravissime, dato che uno dei proiettili aveva colpito fegato, milza e un rene. Nella notte poi il decesso.
A sparare, secondo quanto accertato dai Carabinieri, è stato Pietro Cocco,  nipote della vittima (è figlio di una sorella), di professione guardia giurata. E' stato fermato al porto di Genova mentre, mischiato agli altri passeggeri, cercava di imbarcarsi sul traghetto per la Sardegna (l'uomo è di Tempio Pausania, in provincia di Olbia-Tempio). Nel cruscotto della sua auto, la stessa FIAT Punto, vista allontanarsi dal luogo dell'omicidio da alcuni testimoni, è stata trovata una pistola calibro 45, che si sospetta essere quella usata per uccidere Pintus. Per il momento, il giovane è stato fermato; si aspettano gli esiti balistici per verificare la compatibilità dei proiettili.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©