Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La Procura annuncia una indagine sull'accaduto

Genova: poliziotti picchiano manifestanti, tra cui un giornalista di Repubblica


Genova: poliziotti picchiano manifestanti, tra cui un giornalista di Repubblica
24/05/2019, 16:18

GENOVA - Un comizio di Casapound, a cui hanno partecipato poche decine di persone, è stato difeso da centinaia di poliziotti, che hanno completamente blindato la zona, bloccando l'accesso. E quando si sono avvicinati dei manifestanti antifascisti, la Polizia ha caricato con violenza, picchiando persone inermi. Tra coloro che non sono riusciti a scappare c'era Stefano Origone, giornalista di Repubblica, che è stato manganellato e preso a calci dai poliziotti. Alla fine il giornalista ha avuto due dita rotte, oltre a numerose contusioni su tutto il corpo. 

La Procura di Genova ha annunciato di aver aperto un fascicolo di indagine a carico di ignoti con l'accusa di lesioni aggravate, ma ben difficilmente si arriverà a qualcosa. Infatti, il primo passo è quello di identificare gli agenti colpevoli. Ma poichè i politici hanno sempre rifiutato di mettere i numeri identificativi sulle divise delle forze dell'ordine, ecco che non si potrà sapere mai chi è stato a picchiare il giornalista. E' sempre stata questa la forza dei poliziotti, quando picchiano indiscriminatamente le persone: è impossibile accusare Tizio e Caio perchè non si sa chi ci sia dietro il casco. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©