Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Quarantenne scappa con seimila euro e donna in ostaggio

Genova: Rapina banca ma chiama per scusarsi

La polizia lo ha rintacciato grazie alla sua telefonata

Genova: Rapina banca ma chiama per scusarsi
29/06/2011, 18:06

GENOVA – Incedibile ma vero. Un uomo ha rapinato una banca e poi ha telefonato per porgere le proprie scuse. È successo a Genova dove un uomo sulla quarantina, da poco licenziato, decide in preda alla disperazione di tentare un atto azzardato. È così che si reca presso l’istituto di credito di Piazza Brignole, e obbliga la banchiera a porgli il denaro .
Dopo aver preso una cifra di seimila euro e la banchiera in ostaggio, l’uomo disoccupato scappa liberando poco più avanti la donna.
Nessun atto violento, nessuna arma da fuoco, solo un presunto pacco banca che l’uomo avrebbe minacciato di far esplodere se non gli fossero stati dati i soldi.
Al termine della sua impresa, l’uomo non ha saputo resistere al peso della coscienza e preso dal senso di colpa ha chiamato la filiale scusandosi del suo gesto ed accertandosi che la donna stesse bene. La poca esperienza ha fatto commettere al neo rapinatore un piccolo errore. Dall’altra parte del telefono c’era infatti l’orecchio vigile della polizia, che ha subito rintracciato la provenienza della telefonata. Il quarantenne aveva effettuato la telefonata proprio dal suo cellulare. Non è stato quindi difficile risalire al suo nome e alla sua abitazione. In poche ore l’uomo è stato arrestato.

Commenta Stampa
di Alessia Tritone
Riproduzione riservata ©