Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Sabato le operazioni di pompaggio del carburante

Giglio: trovato il 16esimo cadavere. È una donna

Identificato il corpo di Luisa Virzì, originaria di Enna

Giglio: trovato il 16esimo cadavere. È una donna
24/01/2012, 15:01

ISOLA DEL GIGLIO - È stato ritrovato il corpo della sedicesima vittima della Costa Concordia. Si tratta di una donna, un’anziana signora con indosso il giubbotto salvagente, per il momento non ancora identificata e rinvenuta sul Ponte 3 della nave. A rintracciare il suo cadavere sono stati ancora una volta i sommozzatori, che lavoravano ininterrottamente, perlustrando tanto la parte del relitto all’esterno delle acque del mare, quanto soprattutto la parte sommersa. Sale così il numero ufficiale delle vittime di questa tragedia del mare: i morti accertati adesso sono 16, nove dei quali identificati e sette ancora da identificare. I dispersi sono ancora 22. Il ritrovamento è stato possibile grazie all’apertura, con micro cariche esplosive, di un varco che ha permesso ai sub di ispezionare il Ponte 3 della nave.
Nel frattempo è stata identificata un’altra delle vittime, il cui corpo è stato recuperato nella zona sommersa della nave nei giorni scorsi: si tratta di Luisa Virzì, 49 anni originaria di Enna. La donna era a bordo assieme all’amica Maria Grazia Trecarico, che risulta ancora dispersa. Con loro viaggiavano anche la figlia di quest’ultima, Stefania, e il suo fidanzato Andrea Ragusa, che invece si sono salvati. Intanto, in parallelo con le operazioni di ricerca dei dispersi, continuano i lavori di svuotamento dei serbatoi. Le operazioni per trasferire il carburante dalla Concordia prenderanno il via sabato, come ha assicurato il commissario Gabrielli.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©