Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Giochi, Schiavolin (Ad Cogetech): "Napoli e la Campania, ruolo strategico per IziPlay"


Giochi, Schiavolin (Ad Cogetech): 'Napoli e la Campania, ruolo strategico per IziPlay'
26/02/2011, 13:02

"Napoli e la Campania hanno un ruolo importantissimo per il comparto giochi e il nostro sbarco qui lo era altrettanto". Fabio Schiavolin, amministratore delegato di Cogetech, commenta così, ad Agipronews, l’inaugurazione della nuova sala IziPlay a Napoli di venerdì sera. Un progetto nato su un base solida, visto che nei locali di via Diocleziano dal 2000 è presente una delle agenzie storiche di gioco del capoluogo campano. A metà strada tra l’ippodromo e lo stadio - quindi luogo di passaggio ricco di giocatori - la sala è il nuovo punto di ritrovo IziPlay. Il ’restyling’ ha puntato a un rinnovamento che consentisse di attirare anche il pubblico meno affezionato al gioco. "Abbiamo cercato di dare un’impronta ’ludica’ alla nostra sala - continua Schiavolin - creando un ambiente che riesca a invogliare anche chi non è pratico nel mondo dei giochi. Vogliamo che i frequentatori della sala abbiano la sensazione del gioco come divertimento e intrattenimento". Quella di Napoli è finora l’ultima sala aperta, in ordine di tempo, dalla partenza del progetto IziPlay, ormai più di quattro mesi fa, e che da allora è riuscito a portare già 42 milioni di premi ai giocatori. Vincite a parte, com’è stato l’impatto sul territorio, qui a Napoli e nelle altre sale? "Una volta ottenuti i permessi comunali non abbiamo mai riscontrato problemi con il ’vicinato’ – racconta Schiavolin - Siamo molto attenti a non aprire attività in prossimità di luoghi sensibili come scuole o quartieri residenziali, quindi fin qui mai nessun problema".


Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©