Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Giornalista del Camerun muore accoltellato da un connazionale a Napoli


Giornalista del Camerun muore accoltellato da un connazionale a Napoli
14/03/2009, 14:03

Un giornalista del Camerun, in visita a Napoli dalla sorella, è stato ucciso da un connazionale in Corso Novara. L'uomo mai visto in precedenza, voleva imporgli una stanza in affitto abusivamente. Il giornalista, 43 anni, che scriveva per il giornale economico "Excellence" e vive ad Anzio (Roma), si era rifiutato e per questo è stato vittima di un'aggressione da parte del connazionale, che lo ha colpito con un coltello in diverse parti del corpo, per poi darsi alla fuga attraverso il tetto dell'edificio. La polizia ha fermato però la sua compagna 27enne, Armande Cataerina Minkoulou Essola, che ha partecipato all'aggressione ferendo a sua volta il giornalista con il tacco di una scarpa. Arrestato in flagranza, per favoreggiamento, un senegalese, Alla Beye, 31 anni, che ha aiutato il camerunese - identificato e ricercato - a fuggire, avvertendolo dell'arrivo dei poliziotti. L'operazione degli agenti del commissariato Vasto Arenaccia, guidati da Pasquale Trocino, ha permesso anche di rilevare una serie di attività illecite nell'edificio. Il fitto delle camere era abusivo, e perquisendo lo stabile gli agenti hanno rinvenuto un punto vendita di capi di abbigliamento contraffatti e un congegno elettronico per sottrarre l'energia elettrica e bloccare il contatore dell'Enel.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©