Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Giornata Internazionale dei Planetari a Città della Scienza domenica 18 marzo 2012


Giornata Internazionale dei Planetari a Città della Scienza domenica 18 marzo 2012
14/03/2012, 11:03

Sin dal 1991 in tutta Europa, nella domenica precedente o seguente l’equinozio di primavera, si celebra la “Giornata Internazionale dei Planetari”, ed anche quest’anno la Fondazione Idis-Città della Scienza aderisce all’iniziativa proponendo ai suoi visitatori una giornata speciale, ricca di interventi legati al tema dello Spazio, argomento oggetto della 26° edizione della rassegna Futuro Remoto che aprirà il prossimo ottobre.
La giornata inizia con Diego Tesauro dell’Unione Astrofili Napoletani, che alle ore 10.15 incontra il pubblico sotto la cupola stellata del Planetario, per mostrare 'Il cielo di Primavera'.
Da non perdere, alle 11.30, la tavola rotonda dal titolo “Dallo Sputnik a Star Trek: l’impresa spaziale tra scienza e fantascienza”, un incontro speciale moderato da Roberto Paura, esperto di spazio e fantascienza, che vedrà il confronto tra Carmine Treanni, direttore di “Delos Science Fiction”, l’astrofisico Giuseppe Longo dell'Università “Federico” II di Napoli e l'artista e fumettista Enzo Troiano.
Il viaggio nella fantascienza continuerà tra le illustrazioni in mostra per l’occasione. Verrà esposta un’opera di Moebius, recentemente scomparso, tratta da “Mourir et Voir Naples”, alla cui arte si sono ispirati sia Enzo Troiano, autore del famoso fumetto fantasy “Engaso 0.220”, le cui tavole ritornano a Città della Scienza dopo l’esposizione del 2009; che Luca Oleastri, illustratore professionista, specializzato nel genere fantastico, fantascientifico e fantasy, noto per le copertine di numerosi romanzi internazionali e di riviste italiane tra cui “Short Stories” e “Delos”, di cui una selezione viene messa in mostra per la prima volta nel nostro Science Centre (insieme a copertine della storica rivista “Robot”).
Per osservare al telescopio la superficie turbolenta della nostra stella, con le sue macchie, protuberanze e brillamenti, intervengono nel corso della mattinata, presso la piazza della Ciminiera di Città della Scienza, gli esperti dell’Unione Astrofili Napoletani Anna Maria Saccà e Andrea Tomacelli.
Nel corso del pomeriggio, all’interno del Planetario, i visitatori potranno assistere a spettacoli astronomici live e show su pianeti, nebulose, galassie e buchi neri. Alle ore 16 sarà poi offerto un “viaggio lunatico” che mostrerà come la fantascienza ha immaginato nel corso del tempo il nostro satellite. A seguire, alle 16.30 Nicola Napolitano dell’Osservatorio Astronomico di Capodimonte – di cui si sono appena aperte le celebrazioni per il bicentenario della sua fondazione – ci parlerà delle ricerche in corso sulla materia oscura e sulle galassie ellittiche che potrebbero mettere in discussione la teoria della gravità newtoniana su grande scala.
Anche per i piccoli scienziati tante attività astronomiche: costruzione della volvella, realizzazione di pianeti, pittura creativa sull’universo e racconti di miti e leggende nel Planetario dei Piccoli. Non mancheranno le consuete visite guidate alla Palestra della Fisica del Science Centre e alla mostra di genetica “Il filo della vita”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©