Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Nel 2008 assicurò che non ci sarebbero stati terremoti

Giovanardi contestato a Mirandola alla festa del Pdl



Giovanardi contestato a Mirandola alla festa del Pdl
15/09/2012, 16:44

MIRANDOLA (MODENA) - Hanno la memoria lunga, gli emiliani. E se ne è accorto anche Carlo Giovanardi, che oggi andava a Mirandola per partecipare alla Festa provinciale del Popolo della Libertà. 
Una ventina di contestatori l'hanno incrociato prima che arrivasse sul palco e l'hanno accolto con frasi del tipo: "Sei tornato per goderti lo spettacolodelle macerie del terremoto?". Infatti Giovanardi nel 2008 fu protagonista di un episodio che in molti ricordano. ALlora intervenne, in qualità di sottosegretario alla Presidenza del Consiglio del governo Berlusconi, ad una riunione che doveva autorizzare la costruzione di un deposito di stoccaggio gas a Rovara, poco lontano da Mirandola. In un incontro con la cittadinanza, che si preoccupava di quello che poteva succedere in caso di un forte terremoto, Giovanardi e l'ex Presidente dell'Istituto Nazionale di Geologia e Vulcanologia Enzo Broschi rassicurarono tutti, dicendo che non ci sarebbero stati terremopti pericolosi. Broschi arrivò a dire, ad uno di coloro che avevano questa paura: "Lei può anche sentire la scossa di terremoto, ma la casa non le cadrà addosso". 
Ed oggi, hanno ricordato a Giovanardi quell'incontro, sottolineando come l'ex sottosegretario non abbia perso neanche un secondo per andare a scusarsi di aver sbagliato allora, ma di essere andato direttamente sul palco, ignorando le contestazioni. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©