Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il sindaco di Napoli potrebbe incaricare l'ex procuratore

Giovandomenico Lepore al vertice di Bagnolifutura


.

Giovandomenico Lepore al vertice di Bagnolifutura
31/12/2011, 11:12

NAPOLI – Potrebbe essere l’ex procuratore capo della Repubblica di Napoli Giovandomenico Lepore il nuovo presidente di Bagnolifutura. E’ questo l’orientamento del sindaco De Magistris all’indomani dell’azzeramento del cda della partecipata del comune. E dopo il ‘terremoto’ alle Terme di Agnano che ha condotto alla nomina del nuovo presidente che guidi l’importante azienda verso la privatizzazione, e l’azzeramento dell’Asia che ha garantito il biglietto di via a Raphael Rossi, è la volta dell’azienda che avrebbe dovuto gestire la bonifica e riqualificazione dell’area ex Italsider anche in considerazione dell’incredibile opportunità rappresentata dall’America’s cup. Ma lo scandalo della colmata a mare ed i lavori al rallentatore per il ripristino di un perimetro immenso che dovrebbe, almeno nelle intenzioni, essere anche la base logistica per il forum delle culture 2013, hanno fatto collassare la società e le sue intenzioni. L’Unione Europea ha rilevato sprechi di danaro pubblico colossale nell’area da bonificare. Si parla di 77 milioni di euro a fronte di lavori che si protraggono da quasi un decennio e che mostrano l’area sempre nello stesso stato. Per questi motivi la Ue ha bloccato l’ulteriore finanziamento di 5 milioni di euro dopo le verifiche effettuate dalla Corte dei Conti. La figura di Lepore, secondo le intenzioni del Comune, è quella di garantire smalto e legalità per un rilancio positivo dei progetti affidati all’azienda e ricucire i troppi strappi della passata gestione.

Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©