Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

GIOVANI MORTI IN CASA NEL PALERMITANO, PROBABILE FUGA DI GAS


GIOVANI MORTI IN CASA NEL PALERMITANO, PROBABILE FUGA DI GAS
18/01/2009, 09:01

Potrebbero essere state le esalazioni di gas provenienti da una stufa per il riscaldamento la causa della morte dei due giovani deceduti in una casa di campagna nel Palermitano. Antonino Marrone, di 27 anni, muratore, originario di Carini, e Vita Amico, di 26, messinese, universitaria a Palermo, erano fidanzati da tempo, e ieri sera si erano appartati in un’abitazione in contrada Rocce Catalano, a Bolognetta, paese che dista 30 chilometri da Palermo. Per riscaldarsi i due hanno acceso una stufa a gas, ma sulle cause della morte gli investigatori sono cauti e sono in corso ulteriori accertamenti. Il corpo della ragazza è stato trovato a letto, mentre quello del suo compagno era sul pavimento, vicino alla finestra. Si può ipotizzare che il giovane abbia tentato di aprire le imposte prima di perdere completamente i sensi.
 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©