Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Non confermato l'arresto, ma l'indagine va avanti

Gip: "Liberate il tifoso genoano, le accuse non sono esatte"


Gip: 'Liberate il tifoso genoano, le accuse non sono esatte'
23/01/2012, 17:01

MILANO - Massimo Moro, il tifoso genoano ricoverato nel Policlinico di Milano in gravi condizioni la sera di Inter-Genoa, può andarsene via, non appena guarito: il suo arresto non è stato confermato dal Gip di Milano, che quindi ne ha ordinato la scarcerazione. La decisione è stata presa dopo l'interrogatorio di garanzia, che è stato condotto in ospedale dove Moro è ancora ricoverato.
Parlando con la stampa, il suo avvocato ha raccontato la versione del tifoso di ciò che è accaduto. Nessuna reazione violenta o aggressione verso gli agenti. L'uomo ha riferito che gli agenti hanno cercato di farlo inginocchiare, insieme ad altri tifosi. Al rifiuto dell'uomo, i poliziotti gli hanno strappato la sciarpa del Genoa che Moro portava. A quel punto, spaventato dal gesto e dall'atteggiamento minaccioso degli agenti, l'uomo ha tentato di scappare, ma qualcuno l'ha sgambettato e lui è caduto, battendo la testa per terra. Questo gli ha provocato un trauma cranico, che ha causato un attacco di vomito; ma il fatto di essere svenuto, ha fatto sì che parte del vomito gli entrasse in gola, rischiando di farlo soffocare e provocandogli una infiammazione ai polmoni. Un racconto che il Gip - nell'ordinanza con cui ha dichiarato non confermato l'arresto - ha dichiarato essere "non irragionevole".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©