Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

“Giubileo per Napoli”: Card. Sepe chiama a raccolta il mondo della Scuola e dell’Università


“Giubileo per Napoli”: Card. Sepe chiama a raccolta il mondo della Scuola e dell’Università
18/03/2011, 16:03

Scuola e università al centro delle prossime iniziative del “Giubileo per Napoli”, nel mese dedicato alla cultura. Scopo del cardinale Crescenzio Sepe, attraverso il coinvolgimento di tutti gli operatori della scuola e del mondo accademico è di recuperare il senso della responsabilità educativa, secondo gli Orientamenti pastorali dei vescovi italiani per questo decennio, e il senso di identità e appartenenza a Napoli, così come l’Arcivescovo ha ampiamente scritto nella Lettera pastorale “Non chiudete le porte alla Speranza” con la quale veniva indetto il Giubileo.

Si comincia lunedì 21 marzo: a partire dalle ore 9,30 il mondo accademico delle diverse Università presenti in città converrà nella storica Aula magna dell’Università Federico II per avviare un percorso di riflessione sugli obiettivi della sfida educativa. Dopo i saluti di MASSIMO MARRELLI, Rettore della Federico II, LIDA VIGANONI, Rettore dell’Orientale, FRANCESCO MARIA DE SANCTIS, Rettore del Suor Orsola Benincasa, CLAUDIO QUINTANO, Rettore della Parthenope, FRANCESCO ROSSI, Rettore della Seconda Università, LORENZO CHIEFFI, Centro di Ricerca Bioetica, ADOLFO RUSSO, Vicario episcopale per la cultura, seguiranno la relazione di FULVIO TESSITORE su “Che cosa significa etica pubblica?”, e l’intervento di ARTURO DE VIVO della Federico II su “Giubileo per Napoli. Le iniziative delle Università”. Conclude il CARDINALE CRESCENZIO SEPE.

Martedì 22 Marzo alle 18.00 nel Museo Diocesano l’incontro con gli operatori e i responsabili della scuola. Al centro dei lavori il futuro della scuola a Napoli.

Venerdì 25 Marzo alle ore 10.00, al Palavesuvio, in via Argine, saranno protagonisti i ragazzi delle scuole primarie e secondarie di I grado, in un incontro con il CARDINALE CRESCENZIO SEPEE e DIEGO BOUCHÈ, Direttore generale della scuola campana, per rendere i ragazzi e i giovani protagonisti di un nuovo percorso formativo

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©