Cronaca / Sanità

Commenta Stampa

Giugliano in Campania, anziana in coma dopo terapia in clinica


Giugliano in Campania, anziana in coma dopo terapia in clinica
21/05/2011, 14:05

Una donna di 67 anni ricoverata in un primo momento alla clinica 'Bianchi' a Portici (Napoli) è stata trasportata in coma all'ospedale di Giugliano. L'episodio su cui indaga la polizia, è avvenuto nella notte tra il 19 e il 20 maggio ma se ne è avuta notizia solo oggi. Secondo quanto si apprende dalla polizia, i familiari della anziana donna hanno presentato una denuncia alla questura di Napoli sostenendo che alla loro congiunta, ricoverata nella struttura 'Bianchi' a Portici, sarebbe stato somministrato un medicinale al quale era allergica. Da qui sarebbe sopraggiunta una complicanza e lo stato di coma. La donna è stata prima trasportata a 'Villa Betania' e poi all'ospedale di Giugliano dove attualmente è ricoverata in coma. Sull'episodio interviene anche il medico di turno alla clinica 'Bianchi' che, raggiunto al telefono, dice: "la donna era giunta in condizioni scadenti ed era affetta da varie patologie tra cui una grave infezione alle vie urinarie. Siamo stati avvisati dai familiari che la 'Rovamicina' era un antibiotico al quale era allergica e ne abbiamo preso atto. A quel punto abbiamo utilizzato il 'Rocefin', un farmaco dalla molecola differente e lo abbiamo somministrato per via intramuscolare. Dalla somministrazione alla reazione sono passati pochi minuti: la donna però si è sentita male, forse colpita da un ictus o da infarto. Immediatamente con altri colleghi abbiamo provato a rianimare la signora seguendo alla lettera tutte le procedure previste in questi casi. Successivamente sul posto è giunta un'ambulanza del 118 per il trasporto a 'Villa Betania' dove però non c'era posto". Quindi il tragitto verso l'ospedale di Giugliano.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©