Cronaca / Curiosità

Commenta Stampa

“Giustizia a risorse limitate”: magistrati a confronto -video

A Napoli la tre giorni di “Magistratura Indipendente”

.

“Giustizia a risorse limitate”: magistrati a confronto -video
12/05/2018, 15:25

NAPOLI - “Nonostante la prassi di continuare a prevedere riforme a costo zero, i magistrati continuano a garantire un esercizio indipendente e responsabile della giurisdizione”: è questo il leight-motiv che accompagna le diverse sessioni di lavoro che hanno caratterizzato il convegno nazionale di Magistratura Indipendente.

Convegno che è stato voluto fortemente a Napoli ed al quale è stato dato un titolo significativo e provocatorio al tempo stesso, come sottolineato dagli stessi organizzatori: “Giustizia a risorse limitate: esercizio indipendente e responsabile della giurisdizione?”.

Nell’incantevole cornice di Santa Maria La Nova, per una tre giorni, si sono ritrovati, provenienti da tutta Italia, gli iscritti alla corrente di Magistratura Indipendente.

A fare gli onori di casa la presidente nazionale Giovanna Napoletano

Diverse le sessioni di lavoro programmate dagli organizzatori del convegno nazionale, imperniato su temi di scottante attualità: dall’organizzazione degli uffici giudiziari all’obbligatorietà dell’azione penale, dal rapporto tra giustizia ed economia alla dignità delle condizioni di lavoro dei magistrati, delle parti processuali e dei detenuti

Da più parti sono giunti apprezzamenti per gli interventi in materia di risorse e di organizzazione che sono stati fatti nell’ultimo periodo (leggasi: assunzione di personale amministrativo dopo quasi 20 anni e aumentata frequenza dei concorsi per l’accesso in magistratura.

Ancora molto, però, deve essere fatto: ad esempio sul fronte dell’assunzione di nuovo personale amministrativo ed ai necessari interventi di edilizia giudiziaria ed in materia di sicurezza dei Palazzi di Giustizia. 

Tra gli innumerevoli interventi, Julie ha ascoltato quelli di Antonio D’Amato, Procuratore aggiunto di Santa Maria Capua Vetere, Nunzio Fragliasso, Procuratore aggiunto di Napoli, Luca Forteleoni, Componente Consiglio Superiore della Magistratura e Loredana Miccichè Consigliere della Suprema Corte di Cassazione.

Commenta Stampa
di Emilio di Cioccio
Riproduzione riservata ©